Assenzio

Definito erroneamente un liquore, È in realtà un distillato ad alta gradazione alcolica, tra il 45% e 75%, i migliori hanno tra il 65% e il 75%, derivato da i fiori e foglie dell'assenzio maggiore dal quale prende il nome e da altre erbe (semi di finocchio e di anice verde, semi o radici di angelica, camomilla, veronica, genepì, issopo, artemisia pontica, anice stellato, coriandolo). Chiamato anche "Fée Verte" (Fata Verde) per il suo colore verde, viene bevuto, seguendo un particolare rituale: Sul bicchiere contenente assenzio viene posto un cucchiaio forato su cui viene posata una zolletta di zucchero. Sopra la zolletta viene versata delicatamente, eventualmente goccia a goccia, dell'acqua ghiacciata, in modo da provocare lo scioglimento dello zucchero e la diluizione del liquore, in un rapporto in genere da 3:1 a 5:1. L'assenzio fu l'ispirazione del modo di vivere bohemienne ed era la bevanda preferita di artisti famosi come ad esempio Vincent Van Gogh, Toulouse Lautrec ed Ernest Hemingway, che dichiarò di amare l'assenzio per i suoi effetti di far cambiare le idee.